ECCELLENTE LARIO AL “PAOLO D’ALOJA” XXXI MEETING INTERNAZIONALE

Giorgia Pelacchi, Aisha Rocek e Caterina Di Fonzo con il Presidente della Lario © Leonardo BernasconiIl 7 aprile ha preso il via a Piediluco il XXXI appuntamento del canottaggio dedicato a Paolo d’Aloja. In quest’occasione si è avuta una competizione di carattere internazionale, alla cui chiamata hanno prontamente risposto gli atleti provenienti da ben 23 nazioni. Anche l’Italia ha avuto una folta rappresentanza con ben 97 azzurri ed una quarantina di inviati delle singole società. Una volta di più la Lario è riuscita ad entrare fra le eccellenze, partecipando con giovani promesse come Chiara Ciullo, Matteo Raffaele Panceri, Roberto Gerosa, Giorgia Pelacchi, Caterina Di Fonzo, Aisha Rocek, Arianna Noseda, Andrea Guanziroli ed Andrea Panizza. È certo stato motivo d’orgoglio che ben un decimo degli azzurri di tutta Italia siano giunti dalle fila bianconere lariane! La regata ha creato grandissime aspettative sopratutto su quanti di loro sono già stati iridati ai Mondiali Junior. A partire dallo scorso venerdì gli atleti hanno utilizzato il bacino umbro – che li aveva già visti protagonisti la settimana precedente – per dare il via alle competizioni in delle bellissime giornate soleggiate, velate solamente dalla lieve e consueta foschia mattutina. La giornata del 7 aprile ha visto l’accoglienza formale delle squadre provenienti da mezzo mondo, con l’inizio delle prove di qualificazione.

L'argento di Andrea Panizza © Enrico ArtegianiI primi podi si sono avuti con le finali di sabato mattina. E alle 10.20 si è distinto il primo lariano, con l’argento ottenuto nel Quadruplo Senior maschile: l’oro è stato affare della Lituania, ma al secondo posto si è presentata la barca mista di Andrea Panizza. Solo dieci minuti più tardi, però, un’altra grandissima soddisfazione. E come la settimana prima, sono state ancora le donne ad essere d’oro, stavolta nel Due Senza Senior, dove ha vinto la lariana Giorgia Pelacchi (in compagnia di Ludovica Serafini dell’Aniene). Ma su chi si sono imposte? Sono state protagoniste dell’argento delle provenienti sempre dalla Canottieri di Como, ovvero Aisha Rocek e Caterina Di Fonzo. In finale di mattinata le gare degli Otto maschili. La barca azzurra mista, formata da Andrea Guanziroli e compagni, ha tenacemente inseguito i “rivali” italiani e rumeni, conquistando un notevolissimo bronzo, appannaggio della seconda ammiraglia tutta Under 23. E la Lario ha ottenuto un’altra medaglia quando si sono svolte le gare del Doppio femminile. In categoria Pesi Leggeri il podio è appartenuto completamente al nostro tricolore; ma il bronzo si è confermato esser lariano, con Arianna Noseda  (accompagnata da Nicoletta Bartalesi del Varese) a pochi secondi di distacco dalle compagne nazionali. Ma visto che non c’è stato due senza tre, si sarebbe anche potuto dire che non c’è stato tre senza quattro: i riflettori hanno continuato ad esser puntati sul settore femminile. Tante congratulazioni a Giorgia Pelacchi, e al duo confermato Aisha Rocek e Caterina Di Fonzo: le pluripremiate ragazze hanno ottenuto sul finir della mattinata, rispettivamente, una prima ed una terza posizione su dei Quattro femminili misti. Nel pomeriggio dell’8 aprile si è svolto un nuovo round di qualifiche, che sono poi sfociate nelle finalissime della giornata seguente.

Nicoletta Bartalesi (SC Varese) e Arianna Noseda (SC Lario) con al collo il bronzo ottenuto al Doppio Pesi Leggeri © Leonardo BernasconiLa terza e conclusiva giornata di prove si è avuta nella bella domenica del 9 aprile. Competizioni impegnative e durissime per tutti, in squadre miste: il podio è stato sfiorato più volte con i ragazzi, ed in questo contesto occorre citare gli ottimi tempi del Doppio e dell’Otto maschili. Ma a metà mattinata si è verificato un altro piazzamento femminile, di nuovo per merito della Pelacchi, con un Quattro Senza femminile – medaglia d’oro davanti alla Spagna. Il Quattro maschile ha gareggiato duramente con la Lituania, qualificandosi per l’argento davanti ai rumeni; il merito deve essere senza dubbio reso ad Andrea Panizza e compagni. Arianna Noseda ha successivamente dato una garanzia del suo bronzo, vincendo – sempre nei pesi leggeri – con un Doppio di coppia ed un altro podio per intero appartenuto all’Italia. Ultima gloria della Lario, sul finir di mattinata, altre medaglie per le ragazze. Il Doppio di punta femminile ha un podio in buona parte comasco, con l’inarrestabile Giorgia Pelacchi che arriva prima (ancora con Ludovica Serafini). In seconda posizione lo splendido argento di Caterina Di Fonzo. Si è avuto solo un rimpianto per il lieve infortunio di Aisha Rocek, che per sicurezza è stata assente dalle competizioni del 9 aprile; certi che si sarebbe distinta anche durante l’ultima giornata, le è stato tributato un ringraziamento. In conclusione i bollettini ufficiali hanno dato l’Italia vincitrice assoluta con cento punti, aggiudicandosi il Trofeo davanti a Lituania e Romania. Dietro questa si è considerata una classifica più informale, che ha assegnato alla Lario un notevole triplice quartetto: quattro ori, quattro argenti e quattro bronzi. Un meraviglioso risultato che il Presidente della Lario Leonardo Bernasconi, in trasferta cogli atleti, ha commentato come un “più che proficuo finesettimana“. Bernasconi si è dichiarato “soddisfattissimo dei  successi conseguiti, grazie ai bravissimi atleti che hanno elevato ancor di più il nome della Società“. 

 
Ufficio Stampa Canottieri Lario G. Sinigaglia