Coupe de la Jeunesse 2017: due argenti e un bronzo per la Lombardia

4x junior m coupeConclusa l’avventura azzurra dei venti atleti lombardi in gara alla XXXII edizione della Coupe de la Jeunesse disputata nel week end sul bacino di Hazewinkel in Belgio. L’evento internazionale under18, articolato su tre giornate con due round di finali, ha visto almeno una volta in finale tutti gli equipaggi a matrice lombarda. Doppio argento per il quattro di coppia maschile, bronzo dopo un quarto posto della prima giornata per il quattro di coppia femminile.

Sorprese ed emozioni dal giovanissimo quattro di coppia maschile interamente lombardo di Nicolò Carucci (SC Milano), Matteo Pedron (SC Arolo), Lorenzo Manigrasso, Samuele Fontana (SC Tritium). Il quadruplo è secondo, dietro l’Irlanda, in entrambe le finali. L’equipaggio, allenato da coach Peppo Colombo della canottieri Tritium, si apre la strada verso nuove ed avvincenti sfide in azzurro.

Cuore e carattere per il quattro di coppia femminile con a bordo la lombarda di Moltrasio Arianna Passini, in gara con Chiara Giurisato (SC Padova), Ilaria Corazza (SC Ausonia), Lucia Rebuffo (Rowing Club Genovese). L’equipaggio, quarto nella prima giornata, riesce a riscattarsi conquistando il bronzo nella finale di domenica.

Due volte quarto, medaglia sfiorata, per il due senza maschile societario della Moltrasio formato da Edoardo Rimoldi e Yuri Zerboni (SC Moltrasio).

Sesta posizione in entrambe le giornate, dopo aver conquistato la finale con i denti, per il quattro senza lombardo piemontese di Roberto Gerosa e Matteo Panceri (SC Lario), Alberto Zamariola (RCC Cerea) e Giorgio Tognotti (SC Esperia).

Quinto posto in finale, poi primi in finale B quindi settimi assoluti, per l’otto maschile di Elia Pennucci (SC Velocior), Giorgio Gesmundo (SC Elpis), Alessandro Benzoni (SC S.Cristoforo), Emanuele Curti (SC Retica), Filippo Graziano, Ivan Bottelli, Giovanni Codato, Fabio Maffiola e il timoniere Greta Schwartz (Gavirate). L’ammiraglia ci prova con tutte le proprie forze, ma il podio è proprio lontano.

Due giovani guerriere, ancora categoria Ragazzi, senza paura nei confronti dei più grandi e pure finaliste. Questa la Coupe di Federica Cortesi e Marta Forte, atlete della Canottieri Baldesio guidate da coach Luca Manzoli.

La regata dimostrativa dell’otto, disputata venerdì prima della Cerimonia d’Apertura, vede quinta l’ammiraglia con a bordo Beatrice Giuliani (SC Milano) e Ilaria Compagnoni (Moto Guzzi), in gara con Chiara Di Pede (SC Arno), Arianna Carletto (SC Padova), Clelia Stefanini (CL Terni), Cristina Annella (Ilva Bagnoli), Clara Massaria (SC Arno), Giada Danovaro,  Alessandro Calder-timoniere (Rowing Club Genovese).

Sul campo il Consigliere FIC Lombardia Filippo Moscatelli: “È stato un evento ben organizzato, con tempistiche coerenti e un dispiego di forze più che sufficienti. Il pubblico ha potuto vivere l’evento grazie ad una telecronaca puntuale e in diretta, la trasmissione degli intertempi per tutto il percorso. Tutti i ragazzi hanno lottato con grinta, molto bene gli equipaggi giovani che hanno dimostrato di essere affamati aprendosi così la strada verso il futuro”.

Archiviata questa edizione della Coupe, il prossimo anno si gareggerà a Cork in Irlanda e nel 2019 l’evento ritornerà in Italia a Corgeno sul Lago di Comabbio.

Ora occhi puntati sul Mondiali Junior, al via il 2 agosto a Trakai (Lituania).

Luca Broggini – ufficio Stampa FIC Lombardia