D’INVERNO SUL PO: LA LARIO ALLA DUE GIORNI DI TORINO

logo larioSi è giunti anche quest’anno al consueto appuntamento colla “D’Inverno sul Po”, per esattezza il trentacinquesimo. Il sole ha arriso ai coraggiosi che si sono anche quest’anno cimentati sul gelido fiume, regalando un finesettimana terso e bellissimo. In gara si sono misurati diciotto atleti lariani distribuiti non uniformemente per le due competizioni della classica long distance (5000 metri): sabato 10 la regata Nazionale, che è stata riservata ai 7.20, ai singoli, e ai doppi; domenica 11 febbraio, invece, l’Internazionale per quattro di coppia e otto. La prima medaglia della Lario è giunta proprio sabato 10, sul finir di mattinata: terzo posto e conseguente bronzo per uno dei fortissimi fra i comaschi, Jacopo Frigerio, che ha gareggiato su barca mista (assieme a Gustavo Ferrio della Saturnia), ottenendo così il terzo gradino nella categoria del Due Senza Senior. Ottimo battesimo di regata! Qualche ora più tardi anche la bella prova di Serena Mossi, che ha inseguito e sfiorato il podio nel Singolo Ragazzi Femminile; la sospirata medaglia le è purtroppo sottratta  per meno di un secondo di distacco dalla Milano SC.

Seconda ed ultima giornata di regate, la domenica 11 sul Po è stata caratterizzata da un medagliere più ricco, grazie al maggior numero di atleti impegnati nelle competizioni. Fra le più grandi soddisfazioni, un notevolissimo argento è giunto nella impegnativa categoria degli Otto, su una barca ammiraglia completamente lariana – eccetto che per il timoniere moltrasino Camillo Corti -: sia dato lustro ai nomi di Lorenzo Benzoni, Nicolas Castelnovo, Riccardo Elia, Ivan Galimberti, Paolo Morganti, Matteo Raffaele Panceri, Roberto Gerosa e Michele Venini, superati negli Otto Junior solamente dai padroni di casa dell’Esperia.  Poco più tardi, nel medesimo settore, è giunto l’oro grazie al gentil sesso: complimenti alla fantastica Chiara Ciullo, che ha trascinato le compagne del Cus Torino alla vittoria dell’ammiraglia Femminile.  Ma si sa che le fanciulle di Como sono sempre state le migliori: dopo la Ciullo un altro primo posto con relativo aureo riconoscimento è giunto grazie all’impegno delle principesse della Lario Giorgia Pelacchi, Nicole Sala, Arianna Noseda e Carlotta Montorfano. Le incredibili ragazze Lario hanno stravinto nel Quattro di Coppia Senior Femminile. E la degna conclusione di una interessante due giorni è arrivata con Serena Mossi, che dopo la prova di sabato ha gareggiato anche nel Quattro di Coppia Ragazzi Femminile su barca mista, sino ad ottenere il bronzo (nella stessa competizione anche Martina Longoni, in dodicesima posizione)!

Quando non sono riusciti a salire sul podio, i mitici lariani lo hanno quasi sempre assediato come squali. Sia citata la ricca carrellata di quarti posti per:

– il già bronzeo sabatino Jacopo Frigerio, sull’Otto Misto Senior Telimar; non sia dimenticato Patrick Rocek, nono nella medesima prova.

– i tenaci Tommaso Gatti, Giulio Campioni, Paolo Leoni e Lorenzo Luisetti, nella categoria del Quattro di Coppia Ragazzi.

– la talentuosa Karen Andrea Faccini, su barca mista nel Quattro di Coppia Femminile.

Tutti questi piazzamenti sono testimonianza dello spirito indomito e combattivo che ha sempre spinto la Lario a non arrendersi mai: la società è uscita anche da questo weekend atletico confermandosi come punto importante del canottaggio italiano, riuscendo a farsi tanto onore  e ad ispirare ora e sempre l’urlo: Forza Lario!