PRIMO MEETING, LARIO PRIMA (INTER PARES) 

logo larioPreziosa occasione quella del 7 e dell’8 aprile: in occasione del Primo Meeting Nazionale il canottaggio lombardo ha risposto all’appello con il non indifferente numero di trentaquattro società; e una fra le capolista dell’evento è stata sicuramente la Canottieri Lario, che si è presentata con ben ventiquattro iscritti. Il tutto ha avuto luogo sul lago di Piediluco, il più grande bacino lacustre naturale della regione (dopo il Trasimeno), con un meteo fortunatamente mite e piuttosto soleggiato. Si è trattato di un’ottima occasione di debutto per il canottaggio italiano, che ha riservato tante sorprese dopo la lunga preparazione invernale. Tempistiche come di consueto serratissime: sabato 7 gli atleti italiani sono stati impegnati dalle ore 8 del mattino sino al pomeriggio inoltrato con – per tutti – qualificazioni e semifinali, con finali delle regate valutative. Domenica 8, invece, un secondo blocco di qualificazioni, semifinali e le finalissime del Meeting.

Le soddisfazioni sono state davvero tante, e per valorizzare meglio i protagonisti targati Lario si è proceduto con ordine: dalle qualificazioni di sabato le prime ad essersi distinte sono state il duo azzurro, nonché consolidata coppia comasca, di Giorgia Pelacchi e Aisha Rocek (quest’ultima nella sua doppia natura di carabiniera/lariana!). Da un iniziale posizione per la loro barca “Italia Team”, si è passati direttamente in finale dove – qualcuno ne ha mai dubitato? – le favolose principesse della Lario hanno conquistato la medaglia d’oro. Simile impresa per un altro duo lariano, in questo caso al maschile: nel Due Senza Junior si sono qualificati e distinti, colla loro terza posizione, Nicolas Castelnovo ed Ivan Galimberti… che hanno tenacemente combattuto per migliorare la propria impresa sino ad ottenere anch’essi il podio più alto, sia nelle semifinali che nelle finali pomeridiane: un altro biondo metallo per il medagliere dei bianconeri! Tra gli altri protagonisti principali del sabato sicuramente c’è stata anche la fantastica Carlotta Montorfano, che ha gareggiato su barca mista (con una compagna del Varese) e anche per lei risalita verticale: Carlotta è stata la conquistatrice della terza medaglia d’oro della giornata nel Due Senza Senior Femminile. E a concludere la carrellata dei vincitori assoluti, sia ricordata anche la bravissima Greta Parravicini, che ha oscillato in varie posizioni tra qualificazioni e semifinali per poi dare tutta se stessa nella finale! Complimenti a questi vincitori che hanno portato a casa ben quattro medaglie d’oro! In giornata si sono però avute anche altri importanti conseguimenti da ricordare: innanzitutto l’argento nel Due Senza Junior maschile, del quale si è reso merito a Paolo Morganti e Riccardo Elia. Ed anche due bronzi, il primo sempre fra i maschi Junior, grazie a Roberto Gerosa e Matteo Raffaele Panceri; mentre il secondo grazie all’impegno di Karen Andrea Faccin, su barca mista del Senior femminile.

Sicuramente è stata altrettanto impegnativa la domenica 8: in una giornata nuovamente scandita dalla triade qualificazioni / semifinali / finali, sono emersi molti altri talenti e la Canottieri Lario è stata, again, onorata dai suoi atleti. Dapprima i bronzi: ancora una volta si è distinta Serena Mossi, già protagonista del 2017 ed in questa occasione terza su barca singola. Né poteva mancare il ricorrente piazzamento del fortissimo Jacopo Frigerio, su Quattro Senza Senior misto del Saturnia. Ancora più ricca la carrellata dei podi intermedi. La sempre notevole Carlotta Montorfano, trionfatrice del sabato, ha ottenuto un altro bel risultato con il suo argento nel Quattro di Coppia di categoria Pesi Leggeri, anche in questa occasione su barca mista. Completamente lariana è invece l’argentea medaglia delle nostre Grete, Parravicini e Iacovitti (sul Doppio Under 23). Un’ottima seconda posizione per gli atleti veri Paolo Leoni e Giulio – nomen omen – Campioni, che si sono fatti rispettare nel Doppio Ragazzi. Ed, infine, non poteva non farsi notare anche Chiara Ciullo: un’altra medaglia d’argento, su di una variegata barca del Quattro di Coppia femminile. Ma i nostri canottieri di comasco orgoglio non si sono fatti mancare neppure altri ori: la sempre imbattibile Giorgia Pelacchi e la già citata Aisha Rocek hanno condotto alla vittoria il loro Quattro Senza misto, onorando non solo la Lario, ma anche la loro appartenenza all’Italia Team! Un altro trionfatore del sabato, Nicola Castelnovo, si è riproposto, messo alla prova e configurato come vincitore anche alla domenica, su Quattro senza misto Cerea. Degna conclusione di giornata con un altro dei nomi più ripetuti fra le lariane vincitrici: bellissima medaglia d’oro per Arianna Noseda, storica principessa della Lario assurta anche lei nella vincente squadra azzurra del Quattro senior.

È stato difficile rendere degnamente merito di così tante belle imprese, da parte di così tanti nostri atleti. Perché non usare le parole di Sara Bertolasi, presente fra i dirigenti accompagnatori? “Un finesettimana costellato di segnali veramente ottimi: le vittorie in barca selettiva hanno spianato la strada verso le chiamate azzurre, anche per i giovani talenti junior. Ho visto delle vere conquiste di una Lario, fresca, rinnovata e con molte nuove promesse pronte a crescere”. E tutto ciò è avvenuto esattamente ad una settimana di distanza dal primo test internazionale dell’anno, il 32esimo Memorial Paolo d’Aloja che, come di consueto, verrà tenuto sempre a Terni, con la partecipazione di molti vogatori di alto livello internazionale. Riflettori ancora puntati su Piediluco, dunque, con sempre il grido “Forza Lario”!

Ufficio Stampa Canottieri Lario G.Sinigaglia