Memorial d’Aloja, 10 medaglie per il lombardi nella seconda giornata. 21 podi in due giornate.

2x jun memorialArchiviato il primo appuntamento internazionale della stagione 2018, il Memorial Paolo d’Aloja, andato in scena nel week end sulle acque di Piediluco. L’evento, giunto alla sua trentaduesima edizione, ha visto in gara 27 nazioni con l’Italia vincitrice della classifica finale. 6 ori, 2 argenti e 2 bronzi le medaglie conquistate dai lombardi nella seconda giornata di finali. Un numero che raddoppia se si sommano anche le 11 conquistate nella prima giornata e che portano il totale a 21.

La canottieri Tremezzina con Greta Martinelli regala il primo oro di giornata, il secondo in due giorni alla Lombardia. Vittoria da manuale per la stellina di Tremezzo, prima con luce per tutto il percorso. Seconda la Lituania, terzo l’Egitto.

Rivelazione d’oro per la Canottieri Milano che con Beatrice Giuliani, ancora ragazza, vince il doppio junior femminile in coppia con Clelia Stefanini (Terni). La formazione, in gara solo nella seconda giornata, si impone su Uzbekistan e il misto Posillipo,Peloro.

Secondo oro in due giorni per Nicolò Carucci e Filippo Graziano. La coppia di Gavirate non ha rivali nemmeno nella seconda giornata di gare, dimostra cuore e carattere chiudendo il percorso con oltre dieci secondi di vantaggio sui due equipaggi societari rispettivamente secondi e terzi.

Dal due senza al quattro senza, equipaggi ancora più fluido e vittoria netta. Questo il riassunto d’oro per Laura Meriano (Garda Salò), Giorgia Pelacchi (Lario), Aisha Rocek (Lario e Carabinieri), Benedetta Faravelli (Esperia). Secondo posto per l’altro equipaggio azzurro. Il bronzo è andato a un equipaggio societario con tre lombarde a bordo: Vittoria Tonoli (Garda Salò), Nadine Agyemang Heard e Arianna Passini (Moltrasio).

Filippo Mondelli (Moltrasio) si tinge d’oro anche nella seconda giornata, questa volta però salendo a bordo del quattro di coppia con il suo compagno Luca Rambaldi, e all’altro doppio pesante formato da Romano Battisti e Giacomo Gentili (Fiamme Gialle). Anche l’argento parla lombardo, grazie ai  giovani under23 Andrea Panizza (Moto Guzzi) e Andrea Cattaneo (Bissolati) in gara con Emanuele Fiume e Simone Venier (Fiamme Gialle). Bronzo alla Lituania.

Oro prezioso per Arianna Noseda (Lario), vincitrice del doppio pesi leggeri con Silvia Crosio (Amici del Fiume) dopo una gara dominata fin dalla partenza. Argento all’altro equipaggio azzurro, bronzo alla Spagna.

Cambio di formazione per Simone Fasoli (Moto Guzzi), oggi in barca con Volodymyr Kuflyk (Savoia). La coppia, al debutto, centra subito il podio con un bronzo. Oro alla Lituania, argento al misto Stabia e Firenze.

Doppio argento in due giornate di finali per Ilaria Broggini e Veronica Calabrese (Gavirate), oggi seconde alle spalle dell’equipaggio societario della Canottieri Palermo formato dalle sorelle Lo Bue. Bronzo all’Irlanda.

Un bottino di peso per il remo lombardo, che proietta società e atleti verso il percorso azzurro e internazionale della stagione 2018.

 

Luca Broggini – ufficio stampa FIC Lombardia