Campioni e campioncini al banchetto della Canottieri Moltrasio

_FFC1700Si fa sempre più fatica a trovare un titolo e un tema appropriati al banchetto della Canottieri Moltrasio: ogni anno è sempre più azzurro, sempre più mondiale, sempre più festoso. Domenica 25 novembre al Grand Hotel Imperiale di Moltrasio i campioni del mondo da festeggiare erano addirittura sette: i tre made in bianconero Filippo Mondelli, campione europeo e mondiale assoluto, Nadine Agyemang-Heard e Giulia Clerici, campionesse mondiali juniores, gli altri tre giganti d’oro del 4 di coppia iridato, Giacomo Gentili, Andrea Panizza e Luca Rambaldi, compagni di Filippo in un’impresa storica e infine Lorenzo Fontana della Canottieri Menaggio che ha accettato l’invito insieme all’altro azzurro lariano Pietro Ruta.

_FFC1319A sottolineare l’eccezionalità di questo risultato e di questa presenza in sala, sono state ben 180 le persone intervenute tra atleti, genitori, autorità, stampa e amici del canottaggio, tutte consapevoli del valore raggiunto dall’associazione moltrasina, capace di vincere anche il medagliere del Festival dei Giovani con soli 17 ragazzini (soprattutto ragazzine) della Scuola Remiera Beppe Lucini. Esaltante il momento in cui si è rimandata in onda quella cavalcata che ha riportato dopo 20 anni 4 canottieri italiani davanti a tutti nel 4 di coppia: l’emozione in sala era quasi la stessa di quel 15 settembre 2018 a Plovdiv.

_FFC1626I 4 campioni, in forza nelle Fiamme Gialle, hanno partecipato volentieri all’inaugurazione del nuovo quattro senza/di coppia della Canottieri Moltrasio, dando agli oltre 40 atleti bianconeri un incoraggiamento speciale anche nella premiazione che li ha visti protagonisti e motivatori, in particolare il padrone di casa Filippo che ha dimostrato ancora una volta la sua bontà, la sua riconoscenza e la sua forza.

_FFC1362Innumerevoli i ringraziamenti del presidente Alessandro Donegana a cominciare da Nadine e Giulia, come Filippo cresciute da piccolissime nelle fila bianconere e arrivate al titolo mondiale junior in 4 con a Racice, oltre a essere pluricampionesse italiane. Ma poi ancora ben 13 body azzurri in una sola stagione con anche l’argento europeo junior di Yuri Zerboni ed Edoardo Rimoldi e l’argento mondiale junior di Arianna Passini, i 14 ori dei giovani al Festival di Varese che bissano il record del 2016 sempre sotto la guida del giovane Tabacco, la costanza di tutta la squadra allenata da Alberto Tabacco, Stefano Luoni e Carlino Del Piccolo. Proprio a quest’ultimo instancabile uomo è stato intitolata la barca benedetta da don Massimo all’esterno del Grand Hotel.

Quasi non bastavano le gustose portate del banchetto per enumerare e festeggiare l’universo Moltrasio, ma anche il vice sindaco di Moltrasio Antonio Durini, il sindaco di Cernobbio Matteo Monti, il presidente del Comitato FIC Lombardia Fabrizio Quaglino hanno voluto esprimere il loro plauso e soprattutto il loro impegno per poter continuare questa striscia di successi che non punta solo a traguardi prossimi e indicibili quali Tokyo 2020 ma anche e soprattutto al futuro di tantissimi e infiniti giovani sportivi.

Francesca Caminada                                                                                       Moltrasio, 28-11-2018
Addetta stampa Canottieri Moltrasio