Importanti cambi al vertice e all’area tecnica della Canottieri Milano Canottaggio e i primi frutti del nostro lavoro

Milano1È una domenica di sole quella che inaugura la nuova stagione Agonistica del Canottaggio Regionale e Nazionale. La Canottieri Milano arriva a questo evento preparata come non succedeva da diversi anni grazie a un importante moto di rinnovamento che ha agitato la sezione e la Canottieri alla fine della scorsa stagione agonistica. Oltre all’affiancamento al vertice di Filippo Moscatelli, atleta da sempre della Milano, nel ruolo di Direttore Sportivo della sezione agonistica, c’è un nuovo allenatore per la squadra agonistica Senior, Junior e Ragazzi, Luca Manzoli, scelto sia per il suo approccio classico e concreto al canottaggio e alla pratica agonistica che per le sue precedenti vincenti esperienze. Insieme a tante novità resta solido qualche pilastro come Francesco Fumagalli, autore di un ottimo lavoro nelle precedenti annate, che mantiene la posizione di allenatore e riferimento del settore giovanile.

Milano2Si sa, lavorare bene paga e questo lo vede fin di prima mattina con il primo posto comodo nelle qualifiche per il singolista Junior maschile Jacopo Mascitelli (primo anno Junior) e il primo posto per un otto ragazzi maschile sperimentale tutto societario a parte un innesto cremonese con un enorme potenziale di crescita. Più tardi nel pomeriggio lo stesso Jacopo conquista in finale un secondo posto dietro a Nicolò Carucci che gli vale come pass per accedere alla fase nazionale di Piediluco.

Beatrice Giuliani riconferma quanto ha già avuto modo di dimostrare nella stagione passata, oltre al primo posto nel 4- Junior F dal profumo azzurro e più veloce anche delle Senior, ci regala anche un secondo posto nel 2- Junior F, solidità pura.

Qualche ora più tardi, metà equipaggio dell’8 dà un’altra buona dimostrazione di forza nel 4- Ragazzi M conquistando il secondo posto dietro a Cerea SC. La loro è una bellissima prestazione da ragazzi in crescita costante che non vedono l’ora di vendere cara la pelle al primo Meeting.

La Milano mette in acqua anche tre doppi. Il primo è un Doppio PL M con Marcello Caldonazzo e Giacomo Colombo, reduci da un ottimo secondo posto alla gara di fondo di Torino di qualche settimana fa che riconfermano le qualità dimostrate e conquistano un secondo posto anche a Pusiano dietro a un doppio misto Gavirate/Speranza. Il secondo è il Doppio Ragazze F con Martina Bonfanti e Giulia Casella, prima tirata da 2km ufficiale per loro che guadagnano un buon 4° posto e una ben più importante consapevolezza delle loro potenzialità, fondamentale per fare ancora qualche passo avanti. L’ultimo è il Doppio Senior M categoria assoluta, terzo classificato dietro a delle indiscusse potenze, con Paolo Borella che, oltre ad essere l’aiuto-allenatore di Luca Manzoli per la squadra Ragazzi e Junior, dimostra ancora le sue qualità come atleta grazie all’aiuto dell’amico gaviratese Davide Magni.

Prima regionale e primo meeting vuol dire barche corte. Milano si presenta infatti con 4 singoli gareggianti nelle diverse categorie Senior. Paolo Covini, cantera milanese sconfitto al fotofinish, si accontenta del secondo posto nel Singolo Under23 M e paga qualcosa in più nella categoria PL con un 6° posto. Marcello Caldonazzo e Giacomo Colombo, reduci dal doppio PL, si classificano rispettivamente 3° e 6°, mentre Pietro Klausner si aggiudica il 4° e 6° posto nelle categorie del singolo Senior e PL.

Torniamo a casa soddisfatti come non lo eravamo da diversi anni, con qualche certezza in più e qualche indicazione su cosa fare da oggi e come prepararci per i meeting nazionali. Convinti ancora di più di aver fatto delle scelte importanti, di esserci presi dei rischi e di aver puntato tanto su delle persone che stanno dimostrando un grande impegno e senso di responsabilità verso una società centenaria come la nostra e verso una squadra con del potenziale e con la voglia di dimostrarsi protagonista. Lo ripetiamo perché ne siamo convinti: lavorare bene e con passione paga altrettanto bene in termini di ritorni, di risultati, di partecipazione e questo è ciò che stiamo facendo e che continueremo a fare.

Buon canottaggio a tutti!

Ufficio Stampa Canottieri Milano