UNA MEMORABILE, AZZURRA, LARIO AL MEMORIALE

bertolasi patelli memorial 19Il finesettimana più importante del mese è partito nel pomeriggio di venerdì 12 aprile, in zona Piediluco. Dalle ore 15 in poi si è infatti inaugurato il trentatreesimo MEMORIAL PAOLO D’ALOJA, kermesse remiera di respiro internazionale con ben trentatré nazioni partecipanti. Il programma della prima giornata ha previsto quarantaquattro regate per poter decretare i passanti il turno che si sono affrontati nelle semifinali e finali di sabato e domenica.

2019_04_12_1_3345Dalla seconda giornata la Lario ha ottenuto una duplice medaglia di bronzo, una per merito  della immancabile principessa di società Arianna Noseda, in doppio PL e l’altra grazie ad un’altrettanto nota fanciulla, la nostra Direttrice Sportiva Sara Bertolasi – che ha militato su Doppio Senza come Canottieri Milano. Nel corso delle stessa serie di regate ha vinto nelle batterie (ed è anche automaticamente passata nelle finali di domenica con il miglior tempo) un’altra femmina bianconera, la carabiniera Aisha Rocek sul Due Senza azzurro con la Tontodonati.

Infine chiusura di Memorial con la mattinata della domenica: nell’ultima serie di competizioni la mitica Aisha Rocek e la celebre Bertolasi hanno confermato i loro piazzamenti affrontandosi nella medesima competizione del Due Senza Senior, sino ad aver rispettivamente guadagnato un bellissimo argento ed un rispettabilissimo bronzo. Ma più per i risultati delle singole atlete 2019_04_13_3886sopracitate è stato motivo di vanto che della trentina di lombardi convocati ben tredici siano giunti dalla più significativa delle società comasche: oltre alla Bertolasi, alla Noseda, alla Rocek sono state da ricordare e celebrare anche Serena Mossi ed Ilaria Compagnoni (seconde alle batterie del venerdì, terze alle finali di sabato), Caterina Di Fonzo (terza classificata nelle finali domenicali) e Giorgia Pelacchi (terzo posto al venerdì), solo per quanto riguarda il settore femminile.

Fra gli uomini sono stati motivo di distinzione anche Giulio Campioni e Gabriele Colombo, Ivan Galimberti e Nicolas Castelnovo (primi sul Quattro Senza Maschile delle finali sabatine), Jacopo Frigerio, Patrick Rocek (secondo alle qualificazioni fra i singolisti). Ogni nome ha significato tanto per una società che si è sempre dimostrata di primaria grandezza sullo scenario nazionale… continuando pure ad affermarsi a livello internazionale! Uniti tutti nel tifo i soci e gli allenatori hanno gioito di ogni medaglia. Sul finir della domenica il ringraziamento del Presidente Leonardo Bernasconi, che ha entusiasticamente profetizzato: “Ed è solo l’inizio: forza Lario!”.