Il SECONDO MEETING E LA LARIO

2019_05_04_9184Il maggio remiero italiano è stato ben inaugurato dal finesettimana del 4 e del 5, con il SECONDO MEETING NAZIONALE COOP: sabato e domenica si sono alternate quasi duecento regate caratterizzate, secondo la leggendaria voce del canottaggio italiano Luca Broggini: “… [a Piediluco] vento, pioggia, a volte grandine. Ma abbiamo vinto Noi: il canottaggio italiano ha vinto!”. Questo il sunto di un evento che ha ospitato una compagine di atleti davvero agguerritissimi, tutti desiderosi di portare a casa una medaglia, di farsi notare dagli osservatori federali e – perché no? – forse anche di strappare una convocazione nella nazionale azzurra in vista degli imminenti campionati.

2019_05_04_4339Gli incredibili esponenti della Lario, atleti veri temprati a ogni condizione atmosferica e in grado di distinguersi in ogni competizione, sono perfettamente rientrati in questa descrizione. Sin dal primo giorno, iniziato colle categorie più “leggere” la più importante società remiera comasca ha portata a casa ben tre bronzi, un argento ed un oro. Il terzo podio è stato dapprima appannaggio degli Under 23: il merito è stato del fantastico duo formato da  Greta Iacovitti e Greta Parravicini, terze fra i pesi leggeri; e dei fortissimi Nicolas Castelnovo e Ivan Galimberti, che hanno conquistato l’agognato piazzamento sul Due senza. Veramente ottima anche la prestazione dell’inossidabile Patrick Rocek, bronzeo singolista. Per non dimenticare poi le Finali A e B, con i terzi posti rispettivamente del doppio femminile Compagnoni e Mossi, nonché di quello maschile (Campioni e Colombo). In singolo PL femminile non si è mai smentita Arianna Noseda, che ha duramente gareggiato sino a strappare un ottimo argento. Mentre grande onore è stato tributato a Caterina Di Fonzo, che su Due senza misto ha ottenuto il primo posto

2019_05_04_8907Più complessa e variegata (anche come meteo!) la giornata di domenica, che ha visto la discesa in campo delle barche pesanti. Gli iniziatori del ciclo positivo domenicale sono stati i decisivi quattro societari, quello dei pesi leggeri Paolo Leoni, Lorenzo Luisetti, Michele Venini e Omar Lahoud – terzi nella loro gara – seguiti a breve distanza dal tostissimo Quattro Ragazzi di Nicolò Marelli, Federico Martorana, Alberto Briccola e Filippo Annoni – secondo gradino del podio per loro. Più tardi un terzo posto anche per Giulio Campioni e la sua barca “assortita”. Il culmine si è avuto a mezzodì, quando la Lario è riuscita a conquistare sia il primo che il secondo posto nella medesima sfida: l’aureo merito è del sempre magistrale Jacopo Frigerio, che ha tagliato il traguardo per primo con compagni provenienti da varie società; mentre il successivo armo è stato quello del Moltrasio, trascinato dai già citati Castelnovo e Galimberti. Complimenti anche ai bronzei senior Panceri, Gerosa e Morganti. Dulcis in fundo, bellissime anche le prove delle bellissime principesse della Lario: la coppia formata da Serena Mossi ed Ilaria Compagnoni, e la  sempre celeberrima Arianna Noseda. Due secondi posti per queste bravissime fanciulle.

“Il Meeting è stato, come di consueto” ha detto il Presidente della Lario Leonardo Bernasconi “sinonimo di grande soddisfazione. Sono da ringraziare i ragazzi, veri nostri portabandiera sulle acque di Piediluco, ma anche allenatori, soci e tutte le persone che hanno reso possibile questo sogno. Le prospettive sono le più rosee, ora ci prepariamo per il Campionato italiano. Forza Lario!”.