Lombardia tre volte Campione del Mondo con gli Under23

4+ femminile U23 19Campionato del Mondo d’oro per il remo lombardo Under23, protagonista con i colori azzurri all’evento iridato disputato a Sarasota, in Florida. Gli undici atleti tesserati per le società regionali hanno portato l’intera Lombardia sul tetto del mondo con tre ori e due bronzi. Un bilancio più unico che raro, che conferma la costante crescita dei sodalizi casalinghi.

Giulia Mignemi (prima da dx) - canottaggio.orgDoppio titolo mondiale dal settore femminile. La prima vittoria è arrivata dal quattro di coppia pesi leggeri, lombardo per metà. Arianna Noseda (Lario) e Greta Martinelli (Tremezzina), insieme alla lombarda d’adozione Giulia Mignemi (Aetna) e Silvia Crosio (Amici del Fiume) hanno inscenato una regata a dir poco perfetta. Noseda, capovoga e già Campionessa del Mondo nella stessa specialità nel 2018, ha guidato il quadruplo in una marcia trionfale fin dalla partenza. Ci ha provato la Germania nella prima frazione, nulla però ha piegato le azzurre che sul traguardo hanno fatto suonare l’Inno in Florida. Argento alla Germania, bronzo per gli Stati Uniti.

Il secondo oro “rosa” è arrivato dal quattro con, la stessa specialità che lo scorso anno garanti il titolo juniores. Due le presente lombarde a bordo: Giorgia Pelacchi (Lario) e Laura Meriano (Garda Salò – Carabinieri). A completare la formazione Benedetta Faravelli (Carabinieri – Esperia), Claudia Destefani (CC Aniene) e la timoniera Diletta Diverio (CUS Torino). L’equipaggio, nato nell’ultimo mese di raduno, ha stupito tutte le avversarie con una gara all’assalto. Seconde solo alla Francia nella prima frazione, poi il sorpasso con la corsa solitaria verso il traguardo. Argento alla Francia e bronzo all’Australia.

Primi in qualifica, primi in semifinale e poi Campioni del Mondo. Una storia da capogiro, oltretutto in barca olimpica, per Andrea Cattaneo (Bissolati e Carabinieri) in coppia con Luca Chiumento (Padova). Il doppio, entrambe atleti del gruppo olimpico durante tutto l’inverno, non hanno lasciato nemmeno le briciole agli avversari imponendosi con stile. Argento alla Nuova Zelanda, bronzo Russia.

Bronzo in barca olimpica, dopo una gara costruita con cuore e carattere, per Jacopo Frigerio (Lario), Nicholas Kohl (Gavirate), Giorgio Casaccia Gibelli (Rowing Club Genovese) e Edoardo Lanzavecchia (Armida). La formazione ha messo le ali negli ultimi 1000 metri, costruendo una progressione fino al traguardo. Oro per la Gran Bretagna, argento Nuova Zelanda.

Bronzo al photofinish, con il titolo mondiale sfiorato per sei decimi, per il quattro con di Matteo Della Valle (Canottieri Moltrasio). Con lui Nunzio Di Colandrea (RYCC Savoia), Matteo Sandrelli (CC Aniene), Mirko Cardella e il timoniere Filippo Wiesenfeld (CC Saturnia). Un equipaggio affiatato, protagonista fin dalle qualificazioni, molto forte nella prima parte di gara, poi raggiunto e superato dall’Australia ed infine dalla Gran Bretagna per un soffio. Italia terza.

Ora la scena è per gli juniores. A Corgeno il prossimo weekend tutti presenti alla Coupe de la Jeunesse, di ritorno in Italia dopo dodici anni dall’ultima edizione tricolore. Tokyo invece si prepara ad accogliere il Campionato del Mondo di categoria .

Luca Broggini