FIC Lombardia: dal Festival dei Giovani alla battaglia contro la leucemia

Donare: un gesto semplice da scrivere, a tratti scontato, spesso più unico che raro. Un sorriso, una pacca sulla spalla, il sostegno ad un amico al termine di una competizione chiusa sotto le aspettative. Gesti comuni nel nostro sport e che, chiudendo gli occhi, fanno ripensare alle emozioni del Festival dei Giovani 2019. Non un’edizione qualunque, la trentesima della storia, la prima sul glorioso bacino dell’Idroscalo di Milano, la prima senza il suo padre fondatore Gian Antonio Romanini. Tante ore di finali e di premiazioni, tre giornate di festa ed un arrivederci al prossimo anno. Tutti i partecipanti hanno portato a casa un ricordo, donando entusiasmo all’evento. Un entusiasmo contagioso, da alimentare e trasferire a chi ne ha davvero bisogno. Questo impegno se l’è assunto il Comitato FIC Lombardia guidato dal Presidente Fabrizio Quaglino che dopo aver preso contatti con il Comitato Maria Letizia Verga ha deciso di assegnargli un contributo da destinare allo studio e alla cura della leucemia del bambino. Un piccolo gesto, che porta ossigeno ad un’associazione fortemente radicata in Lombardia, in campo da quant’anni all’Ospedale San Gerardo di Monza e con 2000 bambini guariti. Giovanni Verga, papà di Maria Letizia strappata alla vita a soli quattro anni proprio dalla leucemia, dopo aver ricevuto il contributo nato da una regata di giovani under14 ha voluto scrivere in prima persona. Ecco uno stralcio “La fiducia che ci hai dimostrato è per noi una preziosa riserva di energia che ci permette di proseguire con forza nel nostro impegno: garantire ai bambini malati di leucemia e alle loro famiglie l’assistenza medica e psico-sociale più qualificata al fine di garantire loro le più elevate possibilità di guarigione e la migliore qualità di vita”.

Piccoli gesti, a margine di un evento, che possono fare la differenza.

Lettera ringraziamento