Riunione virtuale in Lombardia: Comitato e società al lavoro per il futuro.

Serata di incontro virtuale per il canottaggio lombardo radunato dal Comitato FIC Lombardia per una riunione di confronto e dialogo con occhi puntato al futuro. In collegamento quarantasei dirigenti ed un totale di ventinove società. Una Lombardia unita, orientata a guarda al domani con la voglia di ritornare a remare in sicurezza. A fare gli onori di casa, in collegamento da Como, il Presidente FIC Lombardia Fabrizio Quaglino che dopo i saluti di rito ha lasciato la parola al Vice Presidente Federale Luciano Magistri per un saluto a nome del remo italiano. Spazio assoluto alle società, le vere protagoniste del nostro movimento, chiamate ad intervenire per raccontare quanto vissuto in questi due mesi. Tre minuti di intervento ciascuno, con l’obiettivo di tracciare un bilancio sull’attività svolta e i danni economici derivati da questa pandemia. Piccole e grandi realtà, felici di condividere le esperienze vissute sul campo. I tanti messaggi raccolti verranno portati all’attenzione nazionale con l’obiettivo di trovare risposte per le società. Alle tante domande ha risposto direttamente il Presidente Fabrizio Quaglino, in prima linea con il Comitato fin dai primi decreti nazionali.

Illustrata anche la bozza provvisoria del nuovo calendario remiero nazionale, uno spiraglio che potrebbe portare nuovi stimoli all’intero movimento attualmente legato al canottaggio grazie all’entusiasmo dei tecnici e alle esperienze vissute fino allo scorso febbraio.