Franco Ruspini non c’è più. 

Lutto profondo nella famiglia remiera, questa mattina ci ha lasciato Franco Ruspini. Ruspini, classe 1934, è stato motore del canottaggio varesino per oltre trent’anni. Socio della Canottieri Varese per quarant’anni e Presidente per diciannove, nel 2008 la nuova sfida con il rilancio della Canottieri Monate. L’innovazione è sempre stato il faro delle sue sfide, anche fuori dall’acqua. Consulente marketing e di stile nel mondo tessile per professione, ha portato l’eleganza anche nel canottaggio. Accanto ai campioni fioriti sotto la sua presidenza, ha sempre nutrito il sogno di trasformare la provincia di Varese teatro Internazionale per il canottaggio. Un obiettivo rincorso con la grinta dei veri Canottieri e raggiungo con l’organizzazione della Coupe de la Jeunesse nel 2007 che di fatto ha rappresento il lancio della Schiranna nell’olimpo delle manifestazioni internazionali. Legato a doppio filo agli atleti e alle famiglie, ha fatto crescere intere generazioni di uomini e donne.
Alla moglie Giuliana, ai figli Paolo e Luca le più profonde condoglianze a nome del Presidente FIC Lombardia Fabrizio Quaglino, del consiglio, lo staff e l’intero movimento remiero regionale