Undici medaglie, tre d’oro, per la Lombardia agli Europei Under23

Un Campionato Europeo storico per il canottaggio lombardo Under23, protagonista di tre ori, cinque argenti e tre bronzi sul campo internazionale di Duisburg in Germania. L’evento, disputato nel weekend, incorona le società del Comitato FIC Lombardia che dopo il lungo lockdown hanno reagito ritornando vera locomotiva del canottaggio italiano. Ad aprire i sogni è stato Nicolò Carucci (Gavirate), Campione d’Europa in singolo Under23 al suo esordio nella categoria. Una gara magistrale per il rossoblù, primo anche nella qualificazione e in semifinale. La finalissima l’ha visto protagonista per tutto il percorso, combattuta sotto gli occhi luccicanti di del DT Giovanni Calabrese. Seconda piazza per il portacolori tedesco che, esausto, è caduto in acqua dopo il traguardo. Bronzo alla Romania.

Emozioni a non finire dal due senza pesi leggeri, tutto societario, composto da Simone Mantegazza e Simone Fasoli (Moto Guzzi). L’accoppiata, prima fin dall’inizio, ha condotto una gara perfetta laureandosi Campione d’Europa su Portogallo e Germania.

La scia d’oro regionale è proseguita col quattro di coppia pesi leggeri femminile di Sara Borghi (Gavirate), Arianna Passini (Moltrasio), Ilaria Corazza (Ausonia), Bianca Saffirio (Esperia). La partenza esplosiva delle azzurre ha permesso alla formazione di rimanere attaccata alle tedesche, favorite in casa. Seconde dopo i primi cinquecento metri, il sorpasso è arrivato a metà gara con l’Italia poi in solitaria sul traguardo davanti  a Germania e Francia.

Argento continentale per il quattro con a trazione lombarda, formato da Davide Comini, Matteo Della Valle (Moltrasio), Jacopo Frigerio (Lario) Aniello Sabbatino-(RYCC Savoia) e il timoniere Filippo Wiesenfeld (CC Saturnia). Una gara in rimonta, dopo una lenta partenza, con l’Italia seconda solo alla Germania.

Argento prezioso quello acciuffato dal quattro senza femminile capitanato da Giorgia Pelacchi (Lario – Fiamme Rosse), insieme a Khadija Alajdi El Idrissi, Veronica Bumbaca (CUS Torino), Benedetta Faravelli (Esperia – Carabinieri). La formazione, sempre nel gruppo di testa, ha elettrizzato la gara in chiusura archiviando l’europeo dietro alla Romania.

Seconda posizione anche per il quattro di coppia pesi leggeri di Alessandro Benzoni (Gavirate), Patrick Rocek (Lario), Giulio Acernese (Roma), Alberto Zamariola (Cerea). A contendere il titolo agli azzurri è stata la Francia, sempre davanti. I nostri quattro moschettieri hanno gestito il percorso, anticipando la Germania che ha chiuso in terza posizione.

Riccardo Mattana  riporta l’Idroscalo Club sul podio europeo col quattro di coppia senior insieme a Gustavo Ferrio (CC Saturnia), Lorenzo Gaione (CUS Torino), Emanuele Giarri (CC Roma). Il quadruplo, sempre nel gruppo, ha chiuso la gara al photofinish dietro alla Repubblica Ceca. Terza la Germania.

L’ultimo argento a stampo regionale è stato quello del doppio senior femminile di  Alessandra Montesano (Eridanea – Fiamme Gialle), in gara con Clara Guerra. Vittoria per la Romania, bronzo alla Germania.

Immensa Greta Martinelli (Tremezzina), bronzo in singolo pesi leggeri. La stellina del lago di Como ha confermato il suo valore uscendo in una seconda parte di gara combattuta con cuore. Prima Grecia, seconda Olanda

Bronzo continentale anche per il due senza pesi leggeri femminile di Isabella Mondini (Gavirate) e Sofia Tanghetti (Rowing Club Genovese). L’accoppiata, da subito in corsa per una medaglia, ha dovuto lottare con grinta per rimanere nel gruppo. Il cambio di passo negli ultimi 250 metri, con Irlanda a farla da padrone, davanti alle padrone di casa tedesche.

Un bronzo che vale oro dall’ammiraglia maschile, terza dopo una finale tirata affianco a Germania e Romania rispettivamente prima e seconda. A bordo dalla Lombardia Paolo Covini, Giovanni Codato (Gavirate), Davide Verità (Monate), insieme a Edoardo Benini (VVF Tomei), Luca Armani, Marco Felici (CC Aniene), Andrea Carando (SC Cerea), Antonio Cascone (RYCC Savoia), guidati dal timoniere Emanuele Capponi (Fiamme Gialle).

Sesto posto per il doppio pesante maschile di Sebastiano Carrettin (Gavirate) ed Edoardo Rocchi (Speranza). Stesso risultato per il quattro di coppia pesante di Linda De Filippis (Gavirate), Marta Barelli (Moltrasio), Maria Letizia Sibillo (RYCC Savoia), Giovanna Schettino (CC Aniene). Settima Elisa Mondelli (Moltrasio) in singolo.

Un Europeo da ricordare, che fa brillare la Lombardia e le sue eccellenti società.