Meeting Giovanile Corgeno: le voci della conferenza

È stato presentato questa mattina alla Camera di Commercio di Varese il Meeting Nazionale Giovanile in calendario sabato 19 e domenica 20 settembre sul lago di Comabbio. L’evento tricolore organizzato dalla Canottieri Corgeno segna la ripartenza del settore, chiamando a raccolta tutto il nord Italia. A portare la voce della città ospitante è stato il Sindaco di Vergiate Maurizio Leorato “Abbiamo accettato di ospitare questo evento, in un momento storico di incertezza, perché sicuri dell’eccellente organizzazione della Canottieri Corgeno. Siamo certi che riusciranno ad organizzare un evento nel rispetto delle normative permettendo a tanti giovani di tornare a fare sport. Come Comune garantiremo la presenza della polizia locale e della protezione civile, un supporto concreto al COL”. Entusiasmo palpabile da parte del CONI, rappresentato dal delegato provinciale Valter Sinapi: “Sono felice di vedere che il canottaggio si stia muovendo, siete e vi confermate un’eccellenza. Molti impianti sono ancora chiusi e molte strutture rischiano di non ripartire. Voi siete l’esempio che con la volontà le cose si possono fare”. A portare la voce della Federazione Italiana Canottaggio è stato il Vice Presidente Luciano Magistri “A fine maggio abbiamo deciso di riprogrammare la ripartenza a settembre. Corgeno è stata scelta come sede di un evento giovanile, per noi molto importante. In queste settimane abbiamo rilevato una flessione nei numeri, da Corgeno vogliamo guardare lontano per ripartire”. Accanto a Magistri il Consigliere Pierpaolo Frattini, anche Direttore Generale dei grandi eventi remieri alla Schiranna e già proiettato verso il super Campionato Italiano di ottobre.

A sottolineare la vicinanza regionale è stato il Presidente FIC Lombardia Fabrizio Quaglino: “In questi mesi abbiamo continuato a lavorare in squadra per costruire la ripartenza. Il territorio unito ha proposto alla Federazione delle modifiche migliorative al protocollo, accettate ed inserite. Abbiamo lavorato anche con i tecnici della sicurezza, per farli entrare nell’ottica del nostro sport. Oggi siamo alla vigilia delle regate, sono certo che Corgeno darà lustro all’intera regione e all’Italia”.

In chiusura il Presidente della Canottieri Corgeno Giovanni Marchettini ha voluto ringraziare i volontari puntando l’accento sull’importanza del lavoro di squadra toccato da Quaglino “Siamo pronti a ritrovare il canottaggio giovanile italiano, seppur con tante novità. L’evento sarà a porte chiuse, e con tante nuove disposizioni da seguire. Il mio grazie va ai tanti che ci hanno aiutato per realizzare questo evento, a partire dal Sindaco che ha accettato anche di deviare la pista ciclabile. Siamo fiduciosi ed ottimisti, tutte le nuove disposizioni sono state già testate ad una gara di sedile fisso. Chiudo dicendo che contiamo sulla disciplina delle società per ripartire insieme”.

Il canottaggio in Provincia di Varese è ufficialmente pronto a ripartire.