LA CANOTTIERI SEBINO ALLA “D’INVERNO SUL PO”

210214BETTINESCHI_4X_MISTO_CANOTTIERI_GARDA_SALO_SEBINOUna gara di canottaggio ma, in questo periodo di pandemia, anche un atto di coraggio con tanta voglia di fare sport e di tornare alla normalità. Un vero successo quello della “D’inverno sul Po”, competizione giunta alla 38^ma edizione, quest’anno senza atleti stranieri non essendo permessa la partecipazione a club esteri che ogni anno fanno di questa manifestazione una regata internazionale. Protagonisti duemila atleti appartenenti a 96 Società giunte a Torino da tutta Italia .
A organizzare la manifestazione la Società Esperia che è riuscita in un’impresa difficile: ospitare duemila atleti garantendo i massimi standard di sicurezza imposti dalla pandemia. Una boccata d’aria buona per tutto il settore sportivo e per il canottaggio italiano che continua a proporre eventi di alto livello.
Nel pieno centro di Torino sul fiume Po, gli equipaggi si sono sfidati su un campo di regata storico e di prestigio posto proprio di fronte alle sedi delle Società remiere più antiche d’Italia che sono state all’origine della Federazione Italiana Canottaggio. Proprio da Torino infatti nel 1863 si diffuse in tutta Italia la passione per il canottaggio con le Società Eridanea e Cerea, e poi Esperia nel 1866 e successivamente Armida con la Società di Ginnastica nel 1878 e la Canottieri Caprera nel 1883.
Nelle strade della città lungo il fiume, tanti gli appassionati e i curiosi a guardare sull’acqua i canottieri che hanno gareggiato. Una bella fotografia che dona speranza in un periodo difficile.
Presenti il Sindaco di Torino Chiara Appendino con l’Assessore allo Sport Roberto Finardi, il Presidente regionale del Comitato Italiano Paralimpico Silvia Bruno, il Presidente della Federazione Italiana Canottaggio Giuseppe Abbagnale.
Tra i 2000 atleti anche quattro canottieri della Sebino, Daniele Sbardolini nella categoria Master sull’8, Gabriele Bettineschi categoria Junior e Gabriele Manenti per la categoria Ragazzi sul 4 di coppia tutti equipaggi misti in collaborazione con la Canottieri Pescate, la Canottieri Garda Salò, e la Canottieri Flora.
La classicissima di Gran Fondo si è svolta in favore di corrente su un percorso di 5 km.
210214SBARDOLINI_8+_MISTO_CANOTTIERI_PESCATE_SEBINO-TORINO_INVERNO_SUL_POPrimo atleta della Sebino a scendere in acqua Daniele Sbardolini che gareggiava sull’8 della Canottieri Pescate. L’imbarcazione con il nostro atleta giungeva seconda sul traguardo a 25 secondi dalla Canottieri Cerea che gareggiava in casa, riuscendo a mantenere alla fine un margine di 8 secondi dall’equipaggio della Brindisi Row giunto terzo.
E’ stata poi la volta di Gabriele Bettineschi promettente atleta junior della Sebino che gareggiava sul 4 di coppia misto con atleti della Canottieri Garda Salò giunto in 6^ posizione su 23 equipaggi con un tempo di 14 minuti 19 secondi e 78 centesimi a 45 secondi dai vincitori della Canottieri Esperia. L’equipaggio con a bordo il nostro canottiere pagava l’inesperienza nell’affrontare il campo di regata sul fiume riscontrando difficoltà di direzione ed un passo gara a 31 colpi, troppo prudente e conservativo sul lungo percorso, andatura che avrebbe potuto essere sicuramente essere più sostenuta e decisa.
Gabriele Manenti della Sebino, categoria Ragazzi, gareggiava sempre su un 4 di coppia misto con atleti della Canottieri Flora e si posizionava a metà classifica al 15° posto su 30 equipaggi con un tempo di 15 minuti 31 secondi e 61 centesimi sul percorso di 5 km.
La D’Inverno sul Po è un banco di prova a livello nazionale, oltre ad essere la regata finale che apre, già a partire dalla prossima fine di febbraio, la stagione classica strutturata sulle distanze tipiche del canottaggio dei 2000 mt.
La Sebino porta a casa da Torino una bella medaglia d’argento conquistata da un atleta Master di lungo corso; con un po’ più di esperienza su quel tracciato di gara avremmo potuto conquistare un podio in più, ma i risultati vanno inquadrati nell’ottica di una buona preparazione invernale.
Alla fine una grande festa per tutti ed un esperienza sportiva indimenticabile e di ripartenza per il mondo remiero.

Buone notizie inoltre perché in questi giorni l’atleta junior della Sebino Gabriele Bettineschi è impegnato a Pusiano in un raduno nazionale, seconda tappa del tour tecnico junior maschile, riservato agli atleti della Lombardia. Anche questa una bella soddisfazione per l’atleta di casa in vista dei prossimi impegni agonistici.