Coupe de la Jeunesse 2021: cinquina d’oro per la Lombardia con Cernobbio, Retica e Varese

Lombardia cinque volte d’oro alla Coupe de la Jeunesse 2021 disputata nel weekend in terra d’Austria, sul bacino remiero di Ottensheim, a Linz. I giovani azzurrini biancoverdi, molti al loro debutto assoluto, hanno contribuito alla conferma dell’Italia al vertice della classifica assoluta vinta anche nel 2019 all’indimenticabile edizione organizzata a Corgeno, sul Lago di Comabbio. Le cinque vittorie sono state solo la punta dei risultati messi a segno dagli atleti regionali inseriti nella squadra che dalla Coupe sogna di costruire una preziosa carriera internazionale.

A rompere il ghiaccio sui successi azzurri è stato Giacomo Pappalardo (Canottieri Varese), Campione Italiano in singolo Ragazzi convocato a bordo del due senza insieme a Giorgio Maddaloni (RYC Savoia). La coppia, subito regina, si è imposta in entrambe le finali conquistando un doppio oro.

Stessa storia per Marco Selva (Cernobbio), sbocciato in singolo ad inizio estate dopo una primavera compromessa dal Covid. Selva si è riscattato nel migliore dei modi, conquistando il doppio oro con grinta e carattere.

Il quinto successo porta la firma della Canottieri Retica, chiamata a formare il quattro senza con Giovanni Fallini e Simone Sandrini (SC Retica), innestati insieme a Emanuele Lobascio e Davide Piovesana (CN Posillipo). La formazione, argento nella prima giornata, ha trovato il giusto giro nella seconda finale imponendosi su Repubblica Ceca e Francia.

La Coupe de la Jeunesse negli anni è stata il trampolino di lancio per molti atleti che da qui hanno iniziato il loro percorso in maglia azzurra. Il più lampante in ordine cronologico è rappresentato da Valentina Rodini, fresco oro lombardo ai Giochi di Tokyo con Federica Cesarini, vincitrice della Coupe de la Jeunesse nel 2010 in quattro di coppia. Una nuova generazione di canottieri in rampa di lancio, aspettando il Mondiale Juniores in calendario il prossimo fine settimana.