Europei Under23: sette medaglie, tre d’oro, alle società della Lombardia

Nuove medaglie internazionali per le società del remo lombardo protagoniste dei Campionati Europei Under23 disputati a Kruszwica in polonia. Italia in gara con sedici formazioni, dieci con almeno una presenza lombarda a bordo. Il medagliere premia il remo bianco-verde protagonista di tre ori, un argento e tre bronzi.

La prima vittoria è arrivata dal quattro con maschile di Davide Verità (Marina Militare/AC Monate),Andrea Carando (RCC Cerea), Alessandro Bonamoneta (Fiamme Gialle/SS Murcarolo), Nunzio Di Colandrea (Marina Militare/RYCC Savoia) e il timoniere Emanuele Capponi (Fiamme Gialle). La formazione ha condotto una gara perfetta, forte del titolo mondiale, concludendo una stagione magica con la vittoria degli Europei. Seconda la Romania, terza la Gran Bretagna.

Il raddoppio è arrivato con l’oro del quattro di coppia pesi leggeri femminile, interamente lombardo. A bordo Maria Sole Perugino (Baldesio), Sara Borghi, Greta Schwartz e Matilde Barison (Gavirate). Una regata perfetta contro la Germania, seconda sul traguardo.

Medaglia d’oro anche per il due senza pesi leggeri femminile composto da Greta Parravicini (Lario) e Maria Elena Zerboni (CC Saturnia). Un’Italia perfetta, prima con due secondi di vantaggio davanti a Turchia e Polonia d’argento e di bronzo.

Argento indelebile per il quattro di coppia pesi leggeri maschile, anche in questo caso interamente lombardo. Solo la Germania è riuscita a precedere la formazione azzurra composta da Alessandro Pozzi (Tritium), Lorenzo Luisetti, Emanuele Castino e Michele Venini (Lario). Una gara di cuore, chiusa al cardiopalmo con un vantaggio di due decimi sull’Ungheria terza.

Medaglia di bronzo per il due senza maschile composto da Paolo Covini e Giovanni Codato (Gavirate). La coppia rossoblù ha sbaragliato la concorrenza in qualifica. In finale un’altra storia con la Romania sempre in testa, tallonata dalla Lituania seconda. Terzi gli azzurri.

Stesso risultato, sempre bronzo, anche per il doppio pesi leggeri femminile di Elena Sali (Bissolati), in coppia insieme ad Ilaria Corazza (Timavo). La formazione, veloce in partenza, ha archiviato la finale alle spalle di Turchia e Polonia.

Terza piazza assoluta infine anche per il quattro di coppia guidato da Leonardo Tedoldi (Retica), insieme a Lorenzo Gaione (CUS Torino) , Francesco Molinari (CUS Pavia) e Pietro Cangialosi (Padova). Una formazione nuova rispetto al campionato del Mondo, capace di regalare un gran finale che ha garantito agli azzurri la medaglia di bronzo. Oro alla Repubblica Ceca, argento alla Bielorussia.

Una vera pioggia di medaglie sulla Lombardia che ora guarda alla stagione nazionale con i riflettori che ritornano anche sull’attività remiera giovanile in vista del Trofeo delle Regioni confermato a Candia dal 17 al 19 settembre.