TRAVERSEE DE PARIS – RANDONNEE AVIRON – LA CANOTTIERI SEBINO RITORNA SULLE ACQUE FRANCESI

Mentre la squadra agonistica della Canottieri Sebino era impegnata sulle acque del lago di Candia per i Campionati Italiani di Società, un gruppo di amatori della Sebino è sceso in acqua, domenica 19 settembre 2021, sulla Senna, a Parigi in occasione della 36^ edizione della “TraverLaSeine”.

Un evento particolare ed esclusivo, basti pensare che solo in questa occasione, è possibile solcare a remi e con pagaie le acque della Senna altrimenti aperte solo alla navigazione fluviale a motore.
A sottolineare l’importanza della manifestazione, la presenza del Presidente della Federation Francaise d’Aviron  Christian Vandenberghe.

Due i percorsi, uno di 15 km per amatori e uno di 26 km per vogatori esperti.
33 i ponti da attraversare, all’andata contro corrente sulla riva destra e, dopo il giro di boa intorno all’Ile de la Cité nei pressi di Notre Dame, 33 i ponti al ritorno a favore di corrente sulla riva sinistra del fiume parigino.
La manifestazione era aperta a imbarcazioni a remi, kayak, dragon boat e standup paddle.

Ai remi per la Sebino sulla Joletta a 4 Anna Perini, Andrea Bertolissi, Simona Guarneri e Gianni Martinoli al timone. A completare l’equipaggio bergamasco, Sandra Dissertori della Canottieri Audax di Lugano.

La trasferta francese è stata organizzata dalla Associazione Italiana Rowing4fun di cui è Presidente la bergamasca Anna Perini, capovoga dell’equipaggio sebino, che si è avvicinata al canottaggio proprio alla Canottieri di Lovere.

La partenza, preceduta da una colazione alle h. 5.00 offerta ai vogatori al Parc Nautique de l’Ile de Monsieur in Sèvres, è avvenuta alle h. 7.00 dal Circolo Val de Seine Nautique Boulanger Villancourt, ma gli equipaggi sono scesi in acqua mezz’ora prima quando le prime luci dell’alba stavano per illuminare la Tour Eiffel, il Louvre, Notre Dame e i ponti parigini in un’atmosfera ricca di fascino e di emozioni impagabili.

200 barche, 1000 rematori, 2 equipaggi italiani, Canottieri Sebino e Tevere Remo, altri equipaggi stranieri provenienti da Olanda, Irlanda, Gran Bretagna, Germania, Svizzera, Portogallo.

Tre i  Circoli orgnizzatori:  il Comité Départemental de Canoë-Kayak of the Hauts-de-Seine (CDCK92), il Comité Départemental de Canoë-Kayak of Paris (CDCK75) e il Comité Régional de Canoë-Kayak d’Ile-de-France (CRIFCK).

La TraverSeine si rifà alla tradizione della « Coupe Jean Olry » e alla « Traversée de Paris », organizzata per la prima volta nel 1947.

La TraverSeine consiste in un weekend dedicato  allo sport del remo e della pagaia nella cornice prestigiosa della Senna.

Alla manifestazione si associano sempre eventi di solidarietà sociale e di promozione dell’inclusione sociale oltre che iniziative volte a promuovere il turismo, la salvaguardia dell’ambiente e la conoscenza del corso fluviale della Senna e del suo habitat.

Per l’occasione è stato allestito un “Villaggio dell’acqua” posizionato sulla riva del fiume con attività nautiche, mobilità dolce, natura e ambiente, riscoperta dei tradizionali cantieri navali, una parata di barche storiche e taverne per degustazioni e percorsi enogastronomici.

L’equipaggio della Sebino indossava per l’occasione una T-Shirt verde a sostegno del progetto “Same Boat” – promosso da Antonella Corazza della Canottieri Corgeno olimpionica e campionessa mondiale Master di canottaggio degli anni ‘90, ben note le sfide a colpi di remi tra Antonella e Francesca Bentivoglio della Sebino, a sostegno dello sport del remo come strumento riabilitativo.

Il progetto “Same Boat” verrà lanciato proprio il 29 settembre prossimo con il varo di una jole a 8 donata dalla multinazionale SEBACH in collaborazione con la ROWINTEAM società di consulenza e formazione; bella analogia con il progetto “Sport senza Confini” che la Canottieri Sebino, insieme a AVAS associazione velica di Lovere, Nuoto Piscine Lovere, Tennis Lovere, Polisportiva Disabili Valle Camonica, PHB Bergamo, con la collaborazione dei Comuni di Lovere, Castro, Costa Volpino, Pisogne, della Società L’ORA e del Liceo Sportivo e del Convitto Nazionale Cesare Battisti di Lovere lanceranno sabato 25 settembre al Porto Turistico di Lovere con la finalità di costituire a Lovere un Polo Sportivo aperto a tutte le abilità e per persone di tutte le età.

La trasferta francese è stata anche l’occasione per incontrare le amiche irlandesi del Grainne Mhaol di Galway che nel 2018 erano venute a Lovere a remare per uno stage turistico sportivo in occasione dei 110 anni della Canottieri Sebino.

Ecco che lo sport diventa occasione per rinsaldare amicizie e progettare nuove solidarietà, a Parigi come a Corgeno e a Lovere.

Il canottaggio, uno sport che attraverso il faro dell’agonismo, si apre alle diverse abilità, diventa occasione e volano per valorizzare un ambiente e un territorio ed attrarre nuove persone attraverso le attività lacuali.

Sulla Senna e sul lago d’Iseo.

Le buone notizie alla Canottieri Sebino, si può proprio dire, che non mancano mai.

Lovere, 21 settembre 2021

Comunicazione e Stampa Società  Canottieri Sebino