Il rilancio del Cus Milano Canottaggio

La notizia è di pochi giorni fa quando con una bella lettera alla Federazione è stato annunciato il rilancio di un progetto tecnico di qualità al Cus Milano sezione Canottaggio. Il ruolo di responsabile tecnico del movimento universitario è stato affidato a Vittorio Scrocchi, il Toio per tutti, che da ex Cus Pavia conosce molto bene l’ambiente di lavoro. Toio, responsabile tecnico del reparto maschile della Commissione Tecnica Regionale Lombarda e collaboratore della nazionale italiana Under 23 si è subito dimostrato entusiasta della proposta e non ha perso tempo in formalismi mettendosi subito a lavorare. C’è tanto da fare per riportare in auge un settore che negli ultimi anni, almeno per la categoria universitaria, è stato lasciato leggermente indietro, l’obiettivo però è di tornare velocemente alla partecipazione al circuito nazionale di gare di Canottaggio.

Il progetto è stato creato insieme a Sergio Passetti, Presidente della Canottieri San Cristoforo che da anni collabora con il Cus Milano per la gestione degli spazi dedicati allo sport remiero che si affacciano sull’Idroscalo di Milano, uno degli specchi d’acqua di maggior caratura internazionale. Insieme a lui nella gestione e direzione del progetto anche Luca Manzoli e Filippo Moscatelli ex allenatore e direttore sportivo Canottieri Milano rispettivamente. Lo scopo di tutto questo è sicuramente garantire una possibilità agonistica di estrema qualità legata inizialmente al settore universitario e poi predisposta per natura ad allargarsi, su un bacino di enorme qualità e potenzialità.

Il Team tecnico conta, oltre al Toio, anche Elia Luini ed Ugo Lamberini che rispettivamente seguiranno la squadra Master e la squadra giovanile targata Cus Milano. Così facendo, assicurano Sergio, Luca e Filippo, dal punto di vista tecnico è garantita la qualità e l’esperienza. Parallelamente all’agonismo, vedranno la luce anche una serie di corsi specifici per gli studenti universitari ad un costo agevolato che avranno come scopo la partecipazione al circuito di gare nazionale promosso dalla Federazione Italiana Canottaggio. La dirigenza Cus Milano crede che il momento sia particolarmente propizio per il movimento universitario, a partire dall’apertura della Federazione verso il movimento e per la positiva situazione di fine pandemia che si sta sviluppando. Risulta evidente infatti, quanto sia positivo e costruttivo credere nella possibilità di praticare sport ad alto livello e portare a compimento un piano di studi di qualità. Cus Milano Canottaggio