Mondiali Under23: Lombardia protagonista di otto medaglie su undici.

Valanga lombarda al Campionato del Mondo Under23 disputato questa settimana a Racice, nella Repubblica Ceca. Il canottaggio regionale in gara con ventitré atleti festeggia con otto medaglie: due ori, tre argenti e tre bronzi. Un bottino ancora più pesante se si pensa che più della metà delle medaglie vinte dall’Italia, 11 per l’esattezza, hanno avuto almeno una presenza lombarda a bordo.

Oro per il quattro di coppia pesi leggeri femminile, lombardo per tre quarti con Arianna Passini (Moltrasio), Greta Martinelli (Tremezzina) ed Elena Sali (Bissolati). A completare la formazione Ilaria Corazza (Timavo). Seconda posizione per la Germania.

Gara da brividi con vittoria iridata per il quattro con maschile di Davide Verità (Monate/Marina Militare) tornato sul tetto del mondo a distanza di tre anni dall’ultima volta che fu con gli juniores. Con lui in barca Andrea Carando (RCC Cerea), Aniello Sabbatino (RYCC Savoia), Nunzio Di Colandrea (Marina Militare/RYCC Savoia) e il timoniere Filippo Wiesenfeld (CC Saturnia).

L’argento mondiale porta la firma di Nicolò Carucci (Gavirate) e Leonardo Tedoldi (Retica), convocati a bordo del quattro di coppia assoluto insieme a Matteo Sartori (Fiamme Gialle) e Pietro Cangialosi (Padova). Il quadruplo, primo sia in qualifica che in semifinale, ha chiuso il mondiale alle spalle dei padroni di casa della Repubblica Ceca.

Seconda posizione anche per il due senza leggero della Canottieri Moto Guzzi composto dall’inarrestabile coppia Simone Fasoli, Simone Mantegazza. La formazione, terza alla Coppa del Mondo di Sabaudia, ha archiviato il mondiale dietro il Cile.

Argento anche per il doppio pesi legger femminile capitanato da Greta Parravicini (Lario) in coppia con Bianca Saffirio (Esperia). Una formazione tutta da scoprire, seconda solo alla Turchia, al loro debutto mondiale.

Bronzo pesante, anche qui in barca olimpica, per il quattro di coppa femminile con le due lombarde Sara Borghi (Gavirate) e Vittoria Tonoli (Garda Salò) unite insieme a Lucrezia Baudino (CUS Torino) e Gaia Colasante (CC Irno). Terza piazza acciuffata alle spalle di Svizzera e Germania.

Terza posizione anche per il quattro con femminile di Laura Meriano (Carabinieri/Garda Salò) in corsa con Clara Massaria (Arno), Khadija Alajdi El Idrissi, Veronica Bumbaca (CUS Torino) e il timoniere Camilla Infante (RYCC Savoia).  Un risultato conquistato con grinta dietro a Romania e Germania.

L’ultima medaglia regionale, sempre di bronzo, è arrivata dal quattro di coppia pesi leggeri maschile anche qui lombardo per metà. A bordo Alessandro Benzoni (Gavirate) e Giovanni Borgonovo (Cernobbio) insieme a Matteo Tonelli (CUS Torino) e Giulio Acernese (CC Roma). Anche qui terza piazza dietro a Germania e Francia.

L’evento, archiviato con successo, apre la strada alla stagione internazionale Juniores. L’inizio è confermato domenica 18 luglio in terra umbra a Piediluco. In programma una giornata di selezioni interne che porterà anche alla definizione della squadra che parteciperà alla Coupe de la Jeunesse in calendario a Linz (Austria) dal 6 all’8 agosto.